Piana del Sele

La pianura (circa 500 km2) Ŕ divisa in zona destra e zona sinistra rispetto al corso del fiume Sele e rappresenta una pianura molto fertile della regione Campania. I suoli sono prevalentemente argillo-limosi e limo-argillosi, di origine vulcanica. Le precipitazioni medie annuali sono pari a 904 mm, mentre l'evapotraspirazione di rifarimento (calcolata con la formual di Blaney-Criddle9 Ŕ di 1115 mm. Le princiaplii colture sono mais, foraggere, patate, ortaggi (carciofi, insalata, melone, peperone e pomodoro), pesche, albicocche e pere. La stagione irrigua va da maggio a settembre e l'acqua irrigua Ŕ gestita ed erogata da due consorzi di bonifica.

In quest'area Ŕ monitorata una sola azienda.

Colture monitorate

 
Mais

 

Rilievi effettuati

 

 
Altezza delle colture
Indice di area fogliare  (LAI)
Determinazione della biomassa
UmiditÓ del suolo
Evapotraspirazione
Temperatura superficiale
NDVI
Uso del suolo